L'odissea del COVID-19

John Olaya, assistenza clienti, Mindray Colombia


Sono John, tecnico dell'assistenza clienti dell'ufficio della Colombia. A gennaio ho iniziato ad assistere i fornitori di servizi sanitari in prima linea nella battaglia contro il COVID-19. Il mio compito principale era quello di controllare tutti gli ambienti e le condizioni degli ospedali e completare l'installazione dei prodotti Mindray IVD. Sono arrivato in Venezuela il 22 gennaio e ho iniziato immediatamente a collaborare con i clienti presenti in loco. Per un mese e mezzo ho viaggiato in otto città del Paese e ho assistito gli ospedali locali. Mentre lavoravo nell'ultimo ospedale di Valencia, è stata rilevata ufficialmente la presenza del COVID-19 nel Paese e l'ospedale che stavo assistendo era responsabile della cura dei casi confermati, quindi ero ad alto rischio di contrarre il virus. Queste circostanze insolite mi hanno spinto a fornire la miglior assistenza possibile. Di conseguenza il mio team ha installato 26 dispositivi IVD e ha provveduto a formare gli operatori sanitari in 13 ospedali del Venezuela.

Una volta terminato il mio lavoro sono stato trattenuto a motivo di un cambiamento imprevisto. Per prevenire la diffusione della malattia in Venezuela, i governi del Brasile e della Colombia avevano disposto la chiusura temporanea delle frontiere con il Venezuela. Dopo un'attenta pianificazione e uno scambio di comunicazioni mi sono recato a Cuba e sono tornato a casa il 18 marzo. L'odissea del COVID-19 rimarrà per sempre impressa nella mia memoria.

Condividi A

Testimonianze dei dipendenti

  • Una seconda casa

    Ayoub Elbaamrani, PMLS Product Specialist, Mindray Marocco

    altro>
  • L'odissea del COVID-19

    John Olaya, assistenza clienti, Mindray Colombia

    altro>
  • Vacanze rimandate, ma non le forniture

    Wei Zhihao, Procurement Engineer, Mindray Manufacturing

    altro>